Londra con i bambini: le attrazioni da non perdere

Polacchino primi passi Walkey da bambina rosa

Londra è una delle mie città del cuore: qui ho trascorso il primo weekend da fidanzati con mio marito, qui ho passato alcuni giorni speciali durante le vacanze di Natale di moltissimi anni fa. E quest’anno abbiamo deciso di tornarci con i nostri bambini che hanno ormai l’età giusta per apprezzare musei, monumenti e attività a loro dedicate. 

Come organizzare al meglio la vostra vacanza a Londra con i bambini? Cosa fare e cosa vedere con i più piccoli? 

Ecco i miei consigli per non farvi trovare impreparati e per sfruttare al meglio il tempo (anche poco) che avrete a disposizione in questa città davvero family-friendly (considerate, ad esempio, che i minori di 11 anni viaggiano gratis su tutti i mezzi pubblici, eccetto i treni National Rail). 

Musei, parchi, negozi, le attrattive per i bambini a Londra sarebbero davvero tantissime (molte, soprattutto quelle culturali, gratuite!), io ho selezionato alcune mete classiche, i must see imperdibili e qualche chicca che vi piacerà moltissimo. 

Tutti i musei londinesi organizzano percorsi per famiglie con bambini e attività specifiche come i racconti di storie alla National Gallery, le audioguide per famiglie alla Tate Modern e gli zainetti per i bambini al British Museum dove si potranno trovare faccia a faccia con delle spaventose mummie. Imperdibile il Natural History Museum, una vera e propria cattedrale dedicata alla natura con l’enorme scheletro della balenottera azzurra che accoglie i visitatori all’ingresso. Zona preferita dai bambini la Blue Zone con la sua Dinosaurs Gallery e la grande mostra sui cetacei. 

Accanto al Natural History Museum c’è lo Science Museum con 7 piani di mostre didattiche e interattive tra cui la famosa galleria Exploring Space dove potrete ammirare una riproduzione a grandezza naturale del modulo Eagle che portò Armstrong e Aldrin sulla Luna nel 1969. Insolito e particolare il Design Museum nei pressi di Holland Park dove fino al 31 gennaio 2020 si svolgeranno laboratori tecnologici per costruire circuiti con Electro Dough di Tech Will Save Us e visitare le esposizioni su giocattoli risalenti agli anni 50’ e su come si sono evoluti nel tempo i packaging dei marchi e prodotti più iconici. 

I vostri bimbi sono appassionati di cavalli e soldati a cavallo? Invece di assistere al Cambio della Guardia di Buckingham Palace dove c’è sempre moltissima gente vi consiglio la Queen’s Life Guard che inizia la parata a cavallo alle 10:28 (9:28 la domenica) partendo (dal 1660!) da Hyde Park Barracks e passando per Hyde Park Corner, Constitution Hill e il Mall. 

Durante la stagione invernale (da Novembre a Gennaio) vengono allestite in città alcune piste di pattinaggio, le più suggestive al Natural History Museum, alla Somerset House e a Hampton Court. 

 

Pausa shopping? Tra Hamleys, Lego store, M&M’S World Store e Harrods avrete l’imbarazzo della scelta (e dovrete porre a freno le richieste dei vostri bambini!). Io vi segnalo il Build-A-Bear Workshop dove si può “costruire” da zero uno speciale Teddy Bear personalizzabile. Per uno spuntino attraversate il Borough Market dove si possono fare tanti assaggi gratuiti di cibi provenienti da tutto il mondo. Se avete figli appassionati di fantasy, horror e fantascienza non perdete Forbidden Planet, un sogno per i collezionisti di cimeli a tema e fumetti. 

Se avete a disposizione qualche giorno in più visitate il Greenwich Royal Observatory dove troverete anche il Cutty Sark l’ultimo dei grandi velieri che navigarono tra Cina e Gran Bretagna nel XIX secolo e l’Hampton Court Palace lo spettacolare palazzo cinquecentesco in stile Tudor; durante la bella stagione vengono organizzate per le famiglie avventure nei giardini e nei sentieri, caccia ai fantasmi ed escursioni con carrozze (occhi aperti, potreste avvistare qualche daino o cervo! Cervi presenti in città anche al Richmond Park). 

Tra i parchi cittadini ho amato St Jame’s Park, decisamente più piccolo rispetto al famoso Hyde Park ma con una impagabile vista su London Eye, Buckingham Palace, Westminster e St James’s Palace: per i più piccoli scoiattoli, pellicani e anatre. A Nord dei Kensington Gardens si trova il Diana Princess of Wales Memorial Playground, un’area recintata con una nave pirata immersa nella sabbia, percorsi con corde e scivoli, tende degli indiani e molto ancora. 

Nel cuore di Londra immergetevi in vicoli che sembrano saltar fuori da un libro di favole: Neal’s Yard a Covent Garden, una piazzetta popolata da case arcobaleno e da negozietti caratteristici, un’oasi di tranquillità dove poter passeggiare in famiglia fuori dal caos cittadino. 

Ultimo consiglio ma non meno importante, anzi: scegliete per i vostri bambini abbigliamento comodo, pratico e di diversi “pesi” e grado di protezione (il vecchio detto del vestirsi “a cipolla” qui trova la sua ragion d’essere). Il clima londinese è piuttosto variabile e la pioggia è sempre in agguato. 

Le scarpe dovranno essere comode, resistenti all’acqua e al freddo e permettere ai più piccoli di giocare e correre nei tanti parchi cittadini. Bianca Zoe per la sua prima volta a Londra ha indossato il polacchino Walkey rosa chiaro, in crosta glitterata con doppia allacciatura (stringhe e chiusura lampo interna) che permette di infilare le scarpine al meglio. Un unico paio di scarpe (causa bagaglio piccolo) da mettere con abiti casual al mattino e con un vestitino la sera per una scorpacciata di Fish & Chips!

 

Grazie a Olga Zappalà | blog mammaholic.com | Instagram @mammaholic_olga | Facebook @mammaholic

 

Bambini: tendenze moda e calzature per l’Inverno

polacchino da bambina walkey in vernice nera Y1A5-40561-0149999-

Ci siamo, il freddo è arrivato e, con nuvole, vento e pioggia, è sopraggiunta anche la nostra febbrile voglia di rinnovare il guardaroba dei nostri bambini. Pronti a prendere appunti e gettarci a capofitto nello shopping?

Come vestiremo i più piccoli durante l’Inverno? Quali le tendenze nella moda kids?

Partiamo da un grande classico sempre attuale (del resto un vero classico è forever!): la stampa scozzese. La fantasia a quadri è un must sia nella sua versione classica che in quelle rivisitate ed è d’obbligo durante le feste di fine anno.

Per Bianca Zoe ho scelto un abitino ampio e comodo nei colori natalizi tradizionali da abbinare ai morbidi polacchini Walkey in vernice nera.

Il polacchino è uno dei modelli di punta della stagione (anche per noi mamme) e, da mamma, lo trovo estremamente versatile (e dai richiami rock!): perfetto con abiti, gonne, pantaloni culotte o leggings.

Moda e stile con la garanzia della qualità Walkey: fodera in pelle metal free, tallone rinforzato e imbottitura salva-caviglia. Ricordiamoci che i nostri figli trascorreranno le giornate di festa ad aprire pacchetti e a giocare con i regali portati da Babbo Natale. Lasciamoli liberi di correre con scarpe eleganti sì ma comode.

Il dettaglio moda di queste scarpine? Strass e pon pon!

Da qualche stagione ormai è scoppiata una vera pon pon mania non solo su accessori in lana come sciarpe e berretti ma anche su scarpe di diversi modelli come le classiche francesine in vernice nera o gli anfibi tornati prepotentemente alla ribalta. E, parlando di colori, ecco il nero, l’oro, l’argento e il beige con dettagli sparkling e glitterati, diventare i protagonisti assoluti della stagione più fredda.

Gli abiti per le bambine vengono declinati in volumi maxi. Per chi ama osare e divertirsi con la moda via libera alle stampe animalier mixate con rosa, bianco, nero e piccoli dettagli in velluto come stringhe, lacci e applicazioni.

Per dare colore alle giornate più grigie vi consiglio di abbinare due o più fantasie tenendo in mente un’unica regola: l’armonia cromatica.

E per i bambini più sportivi?

Una delle tendenze della moda bambino autunno-inverno 2019-2020 sarà l’athleisure, ovvero il mix tra abbigliamento sportivo e formale. Scegliete un paio di colorate sneakers Walkey da far indossare con un classico blazer ai maschietti e con gonna tutù e pelliccia sintetica alle bambine in un gioco di contrasti che divertirà tutti moltissimo.

 

Grazie a Olga Zappalà | blog mammaholic.com | Instagram @mammaholic_olga | Facebook @mammaholic

 

I consigli di una mamma tris per scegliere le scarpe per il proprio bambino

Che emozione i primi passi di un bambino e… quanta ansia per noi genitori! Con la grande gioia per la prima, tenera e traballante camminata di nostro figlio iniziano a nascere i dubbi e le mille domande su come scegliere la scarpa giusta.

Che caratteristiche dovranno avere le suole? Quali materiali preferire? Come stabilire la misura corretta?

Da mamma di tre bambini posso dirvi che la scelta delle calzature non deve essere una scelta “di pancia”: non basta innamorarsi di un modello, di un colore o di una forma (come accade con un abito), occorre informarsi, ponderare e trovare la scarpa giusta per la protezione e lo sviluppo armonico del piedino e per favorire la camminata in ogni fase della crescita. È molto importante, infatti, che la fisiologia del movimento del piede venga conservata e mai alterata.

Ecco quindi alcune “regole” base sulla scelta delle calzature giuste per la scuola, il tempo libero, le giornate fuori e dentro casa che possano dipanare i dubbi più frequenti dei genitori.

Una scarpa per bambini deve essere leggera e flessibile e permettere al piede di muoversi –  il piede ha ben 28 ossa e quindi necessita di una scarpa che lasci libere le articolazioni: ogni bambino prova un istinto irrefrenabile a togliersi le scarpe e camminare a piedi nudi (e questo istinto in casa o in spiaggia va assolutamente assecondato). La stessa libertà che deve essere garantita (anche durante una corsa o sulle punte) da una calzatura attraverso materiali morbidi, suola ampia e flessibile con tassello antiscivolo e soletta dotata di plantare anatomico.

Materiali di qualità e processi di lavorazione controllati quelli che un’azienda con lunga esperienza e know how nel settore può garantire, Elisabet opera nel mercato delle calzature da oltre 40 anni. Il marchio Walkey utilizza solo pellami pregiati, traspiranti e testati: il plantare è in vera pelle, la fodera delle scarpe è realizzata con pellami certificati metal free (Chrome e Nickel Tested) 8 volte più traspiranti di un pellame standard.

Cura e attenzione si concentrano anche sui minimi dettagli come la speciale solettina traspirante con estratti di aloe vera e sull’assenza di parti piccole estraibili o staccabili per una sicurezza massima.

Importantissima la speciale imbottitura salva caviglia che ne sostiene la specifica articolazione. La scarpa giusta sviluppa equilibrio, stabilità, autonomia dei piccoli ed aiuta i bambini a camminare prima e meglio.

Ogni prodotto della collezione Walkey è ovviamente frutto di una lunga attività di ricerca svolta in collaborazione con medici specialisti nell’ambito ortopedico-pediatrico ma è anche espressione di stile e delle ultime tendenze moda. Bianca Zoe indossa in foto delle sneakers in pelle color oro e glitter perfette per soddisfare la sua voglia di “brillantini” anche quando gioca al parco o va all’asilo. Si tratta di un modello versatile adatto in ugual misura alle occasioni più formali o alle imminenti feste di fine anno.

Come stabilire il numero di scarpe del proprio bambino? Come sapere se la taglia è corretta?

La soluzione migliore è tastare attentamente il piede del bambino all’interno della scarpa, non serve invece appoggiare la suola della scarpa al piede poiché la lunghezza interna di una calzatura è sempre differente. Importante anche far provare al bambino sia la scarpa destra che quella sinistra: tra l’estremità delle dita e la punta anteriore della calzatura deve rimanere uno spazio di circa un centimetro.

Non dimentichiamo di verificare periodicamente la crescita del piedino sostituendo la scarpina quando necessario; un tempo (ai miei tempi!) si acquistavano scarpe più grandi in previsione della futura crescita, sbagliato! Il rischio è la creazione di abrasioni a causa dello strofinamento del piede e lo sviluppo di una camminata scorretta. Sconsigliato anche il passaggio di scarpe dal fratello maggiore al minore o tra amici e cuginetti: l’uso precedente potrebbe aver deformato la calzatura.

E voi quali caratteristiche ritenete fondamentali nella scelta e acquisto delle scarpe per i vostri piccoli?

 

Grazie a Olga Zappalà | blog mammaholic.com | Instagram @mammaholic_olga | Facebook @mammaholic