Un bambino su tre indossa scarpe sbagliate.

Facciamo scelte ogni giorno, scegliamo cosa indossare, cosa mangiare, che libri leggere, che opinione politica avere, come trascorrere il tempo libero, che amici frequentare. Le scelte che fanno paura non sono però quelle che riguardano noi stessi, perché per quelle ci assumiamo la responsabilità delle conseguenze di ciò che scegliamo. E va bene così.

Le cose cambiano però quando hai un figlio e ti rendi conto che dovrai scegliere per lui (per molto molto tempo) e dovrai farlo bene.

Sembra una banalità, ma vi siete mai fermati a pensare a quanto questa cosa sia immensamente complicata? Sì perché dietro ogni scelta c’è una vocina dentro di noi che dice “scegli per il suo bene”.

Ecco perché fin da piccolissimi cerchiamo di incoraggiarli senza giudicarli, facciamo del nostro meglio per essere empatici davanti ai loro capricci.

E poi ci sono tutta quella serie di scelte di carattere pratico che certo non sono meno importanti come la sua alimentazione, le scuole che frequenta, il suo abbigliamento.

Siamo attenti sotto ogni aspetto della sua crescita ma allora com’è possibile che secondo un recente sondaggio il 65% dei bambini non indossa le scarpe giuste per il suo piedino? Proprio così, circa un terzo dei bimbi porta calzature troppo strette o non adatte perché non tengono conto dell’anatomia e della morfologia del piede. Un dato allarmante poiché una scelta errata in fatto di calzature, in tenera età, può dare luogo anche a deformazioni ai piedi (come l’alluce valgo o i cosiddetti “piedi piatti”…per fare qualche esempio) e in generale possono comportare seri problemi di salute e di postura.

Processed with VSCO with hb2 preset

 

Ma allora quali caratteristiche deve avere la scarpa giusta per un bambino? La risposta l’ho trovata nel brand Walkey che ho scoperto recentemente e che è entrato di diritto tra i miei preferiti per quanto riguarda le calzature che scelgo per Flavia.

Il perché è presto detto perché le caratteristiche della calzature Walkey parlano chiaro: ogni scarpa ha struttura e del design ergonomico, altro fattore fondamentale che concorre all’eccellenza e alla sicurezza delle calzature Walkey è quello dei materiali e dei processi di lavorazione utilizzati. I pellami sono pregiati,, il plantare anatomico è in vera pelle e il fondo extraflex che garantisce massima flessibilità unita a solidità ed affidabilità per il fondo, che assicura equilibrio e protezione al piede del bambino. La chicca è la speciale solettina traspirante con estratti di aloe vera.

Se ai materiali scelti, naturali ed ecologici e l’accurato studio della costruzione della scarpa, si aggiunge anche un delizioso gusto estetico, capirete perché le scarpe Walkey mi piacciono parecchio!

Valentina Grispo

1-3

2

I benefici del gioco all’aria aperta nei bambini

 “La vita è più divertente se si gioca”,  così scriveva Roald Dahl, celebre scrittore di romanzi per l’infanzia. Ma tra il gioco dentro casa e il gioco all’aria aperta c’è una gran differenza, anche e soprattutto per i nostri bambini!

L’età di Gregorio è un’età di piena scoperta, in cui è praticamente impossibile tenere fermo il bambino per più di cinque minuti… E allora lasciamolo giocare, a patto che lo faccia il più possibile all’aria aperta e con la giusta scarpina!

Ma quali sono i cinque benefici principali del gioco all’aria aperta per i nostri bambini?

1- Sviluppa le capacità cognitive

Il gioco, si sa, è fondamentale per lo sviluppo cognitivo e relazionale dei nostri bambini. Il gioco all’aria aperta aiuta il bambino a sviluppare i concetti di socializzazione, relazione e concentrazione, ma stimola anche e soprattutto la creatività: chi di noi non ha mai costruito una casa con dei bastoni o non ha “cucinato” pietre e fiori per amichetti e genitori, chi non ha giocato al piccolo esploratore nella strada dietro casa? Questi comportamenti apparentemente “semplici” sono in realtà un grande aiuto per le competenze sociali e comportamentali utili all’adulto.

2- Stop a malattie cardiache e diabete

l’obesità, con tutto ciò che ne consegue – problemi cardiaci e diabete in primis – è uno dei grandi mali del nostro tempo. Il gioco all’aria aperta aiuta il nostro bambino a fare movimento divertendosi, stimolando il metabolismo e consentendogli di non rinunciare al suo dolcetto preferito. In più, un ambiente esterno evita il proliferarsi di virus e batteri (e tutti, chi più chi meno, ne conosciamo le conseguenze nei mesi dell’asilo, quando si deve stare al chiuso per gran parte del tempo).

3- Il bambino è più sereno

L’esposizione alla luce solare, ovviamente con le giuste cautele, stimola la sintesi della serotonina, che a sua volta favorisce il buonumore.Questo è importantissimo anche nei bambini, perchè essere piccoli non significa non soffrire di patologie come ansia, stress e depressione. Non a caso queste malattie aumentano nei paesi in cui c’è una scarsa cultura del gioco all’aperto.

4- La sintesi della vitamina D

Un corpo sano parte da uno scheletro sano: ecco un altro buon motivo per giocare all’aria aperta. Il sole favorisce infatti la sintesi della vitamina D, che aiuta la calcificazione delle ossa. Lasciate il bimbo libero di giocare, porattelo a fare una bella passeggiata, o perchè no un bel giro in bicitutto vale!

5- Previene la miopia

Sapevate che il gioco all’aria aperta è un fattore che aiuta a prevenire la miopia? E’ stato infatti provato che trascorrere 4 ore all’aria aperta a settimana – non una follia, dunque – riduce il rischio di miopia del 2%.

Chiaramente, perchè il gioco all’aria aperta sia salutare e piacevole per i nostri bimbi, ci vuole la scarpina giusta!

Walkey è la scarpina progettata per le esigenze del piccolo camminatore: “prima il piedino, poi la scarpa”.

Design ergonomico e di tendenza, struttura estremamente flessibile ma al tempo stesso contenitiva, le scarpine Walkey si caratterizzano per la qualità del pellame e la sicurezza dei processi di lavorazione.

Toccando il fondo extraflex e morbidissimo potrete capire il comfort del camminare sulle scarpine Walkey; il plus? La speciale solettina traspirante con estratti di aloe vera, che garantisce benessere e freschezza al piedino.

2

IMG_6276 IMG_6274 6 5

I primi passi di Aurora – FanniceFashion

I primi passi di Aurora

Sembra ieri che l’abbiamo abbracciata per la prima volta, ed invece la nostra piccola Aurora ha già compiuto otto mesi. Un periodo sempre ricco di scoperte e conquiste, ma forse mai come in questo mese in cui ha iniziato a poco a poco a gattonare, per poi mettersi in piedi da sola, ed infine muovere i primi passi.

Ebbene sì, abbastanza precocemente rispetto alla media, come era successo per Anna ed Alice, anche la piccolina sta muovendo i suoi primi passi. La mamma guarda Aurora con un misto di gioia e di tristezza e ripete spesso “la mia piccola è già diventata grande!”. Le sorelle la seguono emozionate per questa conquista, così importante e delicata per lei, e fanno a gara nell’aiutarla. Ciascuna infatti spera di essere la prima a vederla staccarsi dal suo sostegno e camminare in piena autonomia.

Anna, la più grande, si diverte un sacco ad aiutare Aurora a muovere i primi passi sorreggendola ed insegnandole come mettere i piedini. Alice, la seconda, è più protettiva, sta attenta alle possibili cadute e si preoccupa che la sorellina non si spaventi troppo. Aurora sembra essere molto orgogliosa dei suoi progressi e quando si allontana e poi si volta indietro per essere rassicurata, le sorridiamo tutte insieme e la incoraggiamo.

In questo momento di crescita psicofisica, è importante scegliere le scarpine giuste e per far questo ci sono alcuni punti da tenere in considerazione. Le scarpine devo essere realizzate con materiali di alta qualità, avere una suola morbida e flessibile, essere comode e della giusta misura. Nelle foto qui sotto Aurora indossa delle scarpine Walkey che presentano tutte le caratteristiche richieste alle scarpine primi passi.

Inoltre, le scarpine Walkey ci hanno conquistato per il loro stile semplice ed elegante… e visto il nostro blog di moda bimbi non poteva essere diversamente! Ci siamo innamorate delle sneakers color platino con dettagli in oro ed una splendida farfalla sul retro. Le troviamo perfette sia per un abitino elegante, come le abbiamo abbinate noi, sia per un look più semplice dal sapore estivo: un paio calzoncini bianchi ed una t-shrit con tocchi oro oppure platino.

Walkey-05 Walkey-11 Walkey-10

Scarpe per bambini: le cose che dovremmo sapere prima di acquistare

Le scarpe per bambini devono essere buone: cominciamo dalla conclusione!

A volte ci lasciamo affascinare da scarpette sfiziose, alla moda, magari a poco prezzo proposte dai grandi magazzini, ma stiamo attente perché comprarle potrebbe rivelarsi un errore.

Il pediatra mi ha sempre raccomandato infatti di acquistare scarpe davvero adatte ai bambini e alle loro esigenze di crescita, facendo particolare attenzione alla suola, al materiale ed alla misura. Comprendendo, sin dai primi passi di Lavinia, l’importanza dei suoi suggerimenti, ho scelto pertanto di essere più libera nell’acquisto di vestiti anche low cost, ma di non transigere con le scarpette.

Lavinia ha cominciato a camminare piuttosto tardi: aveva 16 mesi quando ha iniziato a sorreggersi davvero da sola e, non vi nascondo, che qualche tempo prima ho cominciato -inutilmente- a preoccuparmi. Se è vero quindi che ogni bambino ha i suoi tempi, è vero anche che dalla massima qualità in tema di scarpe per bambini, non si può proprio prescindere.

Se nei primi mesi di vita e comunque circa fino ai 9-10 mesi, le scarpe non sono necessarie, fungono per lo più come ornamento o protezione dal freddo, dopo tale età la scarpa deve possedere precise caratteristiche tese a rispettare l’anatomia dei piedini ed aiutare il giusto movimento e la corretta postura.

Nello specifico le scarpe per bambini, per ritenersi perfettamente adatte, non dovranno essere nè troppo rigide, nè troppo morbide, devono possedere un buon sostegno alla caviglia ed una discreta copertura posteriore, una tomaia sempre pienamente confortevole, più pesante e protettiva in inverno e più leggera in estate quando i piedini hanno bisogno di maggior freschezza e traspirazione.

Attenzione soprattutto a riconoscere la giusta rigidità: le scarpe per bambini devono permettere un modesto piegamento della punta; non va bene la punta che si piega troppo e nemmeno la scarpa che si piega completamente.

Fondamentale inoltre la scelta della misura. Vi svelo un trucchetto: con il bambino in piedi, premendo sulla punta della scarpa deve rimanere sempre circa 1/1,5 cm oltre l’alluce!

Badate, è assolutamente sconsigliato comprare scarpe per bambini troppo grandi o troppo piccole: nel primo caso si compromette la stabilità del movimento e si rischia il formarsi di vesciche; nel secondo si potrebbe anche andare incontro a seri danni alle unghie.

E mi raccomando, ogni bimbo ha la propria forma del piede che inevitabilmente imprimerà alle sue scarpe per cui, anche se usate poco, è preferibile non fare indossare ai bimbi scarpine usate in precedenza dai fratelli maggiori.

Insomma, non ci resta molta scelta: le scarpe devono essere nuove, buone e della giusta misura!

Considerate che i piedini nei primi 4 anni di vita crescono davvero molto rapidamente (quasi mezzo cm al mese) per cui le scarpe vanno cambiate molto spesso e cioè circa ogni 3 mesi.

In queste foto Lavinia indossa delle scarpette Walkey, un marchio davvero sinonimo di qualità e, per fortuna anche di stile. Le scarpe rispecchiano appieno tutte le caratteristiche sopra evidenziate e sono anche belle. Aggiungo anche una cosa molto importante e cioè che non costano uno sproposito: il rapporto qualità prezzo infatti è davvero eccezionale!

E poi Walkey è davvero una garanzia!  Tutte le calzature sono progettate per rispondere alle specifiche esigenze anatomiche dei nostri bambini, come la tomaia rigorosamente in pelle, la suola ampia e flessibile con tassello antiscivolo, una struttura costruita per permettere l’agevole alloggiamento e l’articolazione di piede e caviglia, assecondando la libertà di movimento anche sulle punte o in corsa.

E poi la nuova collezione è davvero stupenda (Lavinia ne sa qualcosa visto che si è innamorata delle sue sneakers con i cuoricini e ormai vuol mettere solo quelle!!!)…

Spero di avervi fornito qualche spunto interessante per guidarvi all’acquisto delle scarpe per bambini e sono sicura che, se proverete anche voi Walkey, ne resterete piacevolmente sorprese come noi!

Alla prossima!

Laura

 

  • IMG_2119 IMG_2232IMG_2212

L’oroscopo coi piedini Walkey – Aprile – Ginny

Cari mamme e papà, benvenuti all’oroscopo coi piedini di Walkey!

Ma che cos’è?? Vi chiederete voi, soprattutto se siete del segno della Vergine o del Sagittario! E’ un’occhiata alle stelle, data con dolcezza e simpatia, per il mese di Aprile. Insieme a me, che mi chiamo Ginny e faccio l’astrologa, vedrete se i vostri cuccioli in questo mese preferiranno correre, saltellare, tenere i piedini sotto al tavolo o farseli sbaciucchiare dalla mamma! Non temete però, solo cose belle!

 

Buona lettura e vi aspetto anche il mese prossimo, Ginny

 

ARIETE

Andranno velocissimi i piedini dei bambini dell’Ariete in questo mese di Aprile ma mai come i loro pensieri, la loro fantasia e soprattutto la loro linguetta lunga! Chiacchiere a non finire con mamme, amichetti e anche con le bambole e i peluches! Impossibile tenerli fermi… e zitti!

 

TORO

I piedini dei bimbi del segno del Toro sono tutti da baciare, mordere e accarezzare in queso mese di Aprile, proprio come i loro proprietari! Resi ancor più dolci del solito da una bellissima Venere nel segno, i Torelli non faranno i preziosi quando si tratta di farsi spupazzare, fosse anche dalla vicina di casa! Hanno baci per tutti e con le coccole si conquistano molto ma molto facilmente.

 

GEMELLI

Salti e capriole a non finire anche questo mese di Aprile per i bambini del segno dei Gemelli! Divertenti e raggianti hanno energie da vendere fin dal mattino presto… e voi dovrete stargli dietro fino a quando non cadranno stremati addormentati sul divano… a patto che non vi addormentiate prima voi!

 

CANCRO

I piedini dei bambini del segno del Cancro toccheranno terra il meno possibile in questo mese di Aprile. Pigri più che mai per colpa di Marte che li fa sbadigliare, vorranno stare sempre tra le braccia della mamma o farsi spingere sul passeggino. E non provate a convincerli a fare due passi perché potrebbero sfoderare il loro irresistibile broncetto!

 

LEONE

Curiosi e scaltri i bambini del segno del Leone ad Aprile non avranno paura di nulla e con i loro piedini veloci si intrufoleranno come piccoli esploratori persino nelle cantine o fin su in soffitta. La loro voglia di scoprire è fortissima e loro la inseguiranno sprezzanti di ogni paura… da veri Leoni, appunto!

 

VERGINE

Le scarpe per bambini adatte ai cuccioli della Vergine per Aprile sono quelle che brillano di più: luminose e sgargianti quanto più sia possibile, perché loro non vogliono certo passare inosservati. E anzi sembrerà che con quei piccoli piedini calpestino il red carpet del festival del cinema anziché il tappeto di casa. Siete pregati di fotografare queste baby star!

 

BILANCIA

I piedini li punteranno i piccoletti del segno della Bilancia ad Aprile! E saranno assolutamente irremovibili. Che si tratti di qualche minuto in più al parco, di una macchinina nuova o il categorico rifiuto di mangiare le verdure, questo mese cercare di convincerli è davvero una battaglia persa! E pensare che nello Zodiaco sono tra i segni più docili…

 

SCORPIONE

Li vedrete sbucare da dietro la tenda della cucina o da sotto il letto i piedini dei piccoli del segno dello Scorpione ad Aprile! Sfuggenti e birichini avranno voglia di giocare a nascondino ad ogni ora…. soprattutto quando arriva l’ora di andare a nanna! E per farli uscire puntate tutto sulle ricompense… che non sono vizi ma incentivi!

 

SAGITTARIO

Li vedrete sfrecciare scattanti i piedini dei bimbi del Sagittario, che siano con o senza le loro scarpine! Ad Aprile infatti grazie a Mercurio a favore avrete l’impressione che ai piedini questi piccoletti abbiano le ali, o almeno le rotelle! Per fortuna però mentre vi sfuggono giocando ad acchiapparella potrete divertirvi sentendo le loro risate felici e spensierate. Che meraviglia!

 

CAPRICORNO

Ma cosa ci fanno lassù in alto i piedini dei bambini del segno del Capricorno? Tenetevi pronti mamme e papà perché ad Aprile questi cuccioli non si accontenteranno di correre ma vorranno scalare senza paura: che si tratti della scala che porta al piano di sopra o della sedia per raggiungere la credenza dei dolci poco importa. Saranno impavidi e coraggiosi e arriveranno proprio là dove li spinge la loro curiosità!

 

ACQUARIO

Braccia e piedini incrociati per i giovani Acquario. e non provate a corromperli con coccole e bacini perché proprio non se ne parla, ve li dovete conquistare! Magari con un paio di scarpine nuove?? Ma, mi raccomando, non fatevi sfuggire che sono modelli per bambini perché si offenderebbero parecchio… loro che già si sentono indipendenti e autonomi!

 

PESCI

In punta di piedini come ballerine o giovani Roberto Bolle, i bambini del segno dei Pesci ad Aprile saranno, come spesso succede, a metà tra cielo e terra… e anche per questo mese tirarli giù sarà davvero difficile! Non temete però perché tutta la loro fantasia è come un tappeto volante ma l’atterraggio è sicuro come col paracadute.

 

Perchè fa bene ai bambini stare all’aria aperta – The Yummy Mom

 Avete mai notato che i bambini, quando giocano all’aria aperta non si annoiano mai? Un parco, un giardino o una piazza dove correre liberamente, sono luoghi molto più divertenti rispetto a qualsiasi giocattolo da utilizzare in uno spazio chiuso.

Stare all’aria aperta, giocare in mezzo alla natura, ha un sacco di vantaggi per i bambini. Vediamo quali sono:

– Stando in un luogo aperto i bambini allenano le proprie capacità motorie. Saltare, correre, arrampicarsi su un albero, sono attività che si possono praticare solo in spazi aperti.

In questo modo i bambini imparano a prendere consapevolezza del proprio corpo nello spazio, delle loro capacità e dei loro limiti. Per quanto una casa possa essere grande, non è mai possibile scorrazzarci liberamente, e ci saranno sempre più pericoli nascosti che in un bel giardino. L’unico pericolo, soprattutto quando sono molto piccoli è che cadano – ma solo così impareranno a rialzarsi. Per il resto i bambini sono molto competenti e imparano velocemente.

Quando giocano in un parco, o in una piazza è importante che indossino delle scarpe comode che gli permettano di muoversi, correre e arrampicarsi in libertà.

In queste foto Leon indossa le scarpine Walkey, studiate per i primi passi del bambino. Si è innamorato di quelle blu! 

– è propedeutico per le scienze e la matematica. Pensate un po’: la conoscenza dello spazio tornerà utile anche quando studieranno scienze e matematica.

– stimola la creatività. Qui a Ibiza i bambini passano tantissimo tempo all’aria aperta. Un po’ per il clima che non è mai rigido, un po’ perché ci sono tanti luoghi che lo permettono: parchetti, piazze pedonali, la spiaggia e la campagna!

Io che non sono mai stata una fan della campagna qui mi sono dovuta ricredere. Niente stimola la fantasia e la voglia di giocare come un prato, degli alberi e il niente. Eh sì: più il luogo è destrutturato più è facile per i bambini liberare la fantasia e la creatività.

  • Attività fisica: corrono, saltano, corrono, si divertono. Il miglior allenamento per un bambino!

– L’aria aperta fa bene. L’ultimo mito da sfatare è che stando all’aria aperta non ci si ammala di più. A meno che non viviate in Siberia direi che è l’opposto: l’influenza si trasmette più facilmente negli ambienti chiusi che in quelli aperti!
DSC01147 DSC01085 DSC01006

Walkey - scarpine primi passi - sneakers Walkey - scarpine primi passi - sneakers

Scopri la collezione Primavera Estate 2018 Walkey indossata da Leon

shop.elisabet.it