Verso i primi passi!

Solitamente, tra i 9 ed i 18 mesi inizia quel processo delicato ed emozionante che tutti i genitori aspettano con trepidante attesa ed a volte anche con un po’ di preoccupazione. Si tratta del passaggio fra il gattonare per imparare poi a mettersi in piedi ed infine a muovere i primi passi.

In questa fase il corpo pian piano si organizza per favorire l’equilibrio del bambino, per cui i piedi, che prima erano più paffutelli e poco delineati, si snelliscono, il tallone comincia ad arrotondarsi e l’arco plantare ancora deve formarsi.

Per questo occorre  trovare una scarpina adeguata, che abbia una suola non troppo spessa ma flessibile per favorire la naturale flessione del piede, il tallone chiuso per sostenere il piedino senza però costringerlo in movimenti innaturali e la punta larga poiché la libertà di movimento è fondamentale.

Nello specifico la scarpina dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:

  • Tomaia in pelle
  • Fodera interna in pelle testata e certificata metal free (Il materiale testato e certificato metal free è 8 volte più traspirante di uno standard)
  • Soletta interna estraibile in pelle testata e certificata metal free, arricchita da estratti di Aloe Vera (nota per le sue proprietà antibatteriche) con supporto plantare per un migliore sostegno
  • Suola esterna in gomma antiscivolo, ultra flessibile per accompagnare la camminata
  • Punta tonda per far alloggiare comodamente le dita
  • Pianta larga per non costringere il piede in crescita
  • Chiusura con lacci, velcri o zip interna
  • Altezza suola preferibilmente non più di 1 cm
  • Tallone rinforzato per garantire il massimo sostegno con imbottitura alla caviglia per un maggiore comfort


Scegliere la giusta misura

Il metodo che generalmente viene suggerito, è quello di fare una sorta di calco del piede del bambino su un foglio e aggiungere circa 6 millimetri alla misura trovata, questo perché fra la punta dell’alluce e la punta della scarpa è necessario che ci siano almeno 6/7 mm per evitare che poi sia troppo stretta ed il bambino/a non riesca a camminarci comodamente.

E’ vero, i piedi crescono molto velocemente ma sconsigliamo di prendere scarpe che non siano del numero corretto. 

Per scegliere il numero più adatto le consigliamo di misurare la lunghezza dei piedini come segue (meglio se di pomeriggio perché durante la giornata i piedi tendono fisiologicamente a gonfiarsi un pochettino):

  1. appoggiare il piedino su una superficie piatta (pavimento, parete, ecc) così da far distendere bene anche le dita;
  2. tracciare un segno all’altezza del tallone ed un altro in corrispondenza dell’alluce;
  3. misurare la distanza fra le due linee ed aggiungere 6 mm (che corrispondono allo spazio minimo che deve esserci fra la punta dei piedi e della scarpa per la corretta deambulazione e salute dei piedini).

Recommended Posts